6 vantaggi di un sistema d’allarme wireless

Un sistema d’allarme wireless può mantenere una casa sicura, indipendentemente dalle sue dimensioni e senza dover eseguire lavori di muratura, ti sembra poco? Ebbene, i vantaggi non sono tutti qui.

  1. Niente fili per casa

Quando gli allarmi casa sono diventati accessibili a tutti, la tecnologia wireless non era ancora stata inventata. Questo ovviamente costringeva a utilizzare metri e metri di fili che collegavano i vari componenti e correvano nelle pareti o nei soffitti per raggiungere tutti i punti necessari a far funzionare l’impianto. Fortunatamente, dopo pochi anni dalla diffusione degli impianti antifurto, tutto è cambiato e non è più obbligatorio forare le pareti di casa e trasformarle in un colabrodo.

Attenzione, questo non vuol dire che non esistono più gli antifurto casa filari: esistono tuttora e si utilizzano in determinate situazioni. Anche tu, se vuoi sforacchiare casa, puoi utilizzarli senza nessun impedimento, però, prima di farlo, leggi i vantaggi del wireless.

Per capire una delle caratteristiche principali a favore del wireless basta pensare a un semplice disservizio: l’allarme non funziona! Capita, purtroppo, di dover rompere di nuovo il muro e cercare il problema, con il sistema senza fili, questo problema, non esiste più. Tutto questo rompere e sistemare, ovviamente, si trasformava in perdite di tempo e soldi, tanti soldi.

La mancanza di cavi è sicuramente il vantaggio più evidente e questo è stato anche uno dei motivi per cui il sistema wireless è molto apprezzato anche nelle aziende, negli uffici e nelle fabbriche.

  1. La tecnologia facile per tutti

I nuovi sistemi d’allarme wireless sono un vero e proprio concentrato di tecnologia, eppure molti produttori sono riusciti a creare qualcosa di accessibile a tutti, intuibile, facile da utilizzare. Come hanno fatto? Hanno semplicemente cavalcato l’onda del momento! Chi non ha tra le mani uno smartphone e chi non ha mai utilizzato almeno un’app?

Il secondo vantaggio dell’antifurto wireless nasce proprio dal fatto di poter essere controllato da remoto utilizzando, semplicemente, un’app e uno smartphone.

I sistemi di sicurezza domestica senza fili permettono di gestire tutto l’impianto, anche quando si è lontani da casa, magari durante le vacanze. Dall’app si può attivare o disattivare l’allarme, parzializzarlo perché viene l’imbianchino o il giardiniere, controllare con la videosorveglianza se tutto è ok, spegnere una luce dimenticata, chiudere una tapparella rimasta alzata. Tutto questo applicando la domotica che pian piano sta automatizzando le nostre case.

  1. Le notifiche

Sei a passeggio, la centralina ha ricevuto un allarme da parte di un sensore, le batterie si stanno esaurendo. Ti arriva una notifica sullo smartphone e tu provvedi subito a contattare il rivenditore, in modo che il sistema non resti mai senza energia.

Gli eventi che possono esserti notificati sono davvero tanti: devi solo impostare le notizie che desideri ricevere. Anche le videocamere possono inviare notifiche e tu potrai vedere in tempo reale, cosa ha “allarmato” il sistema di videosorveglianza e decidere come e se intervenire.

  1. Allarme wireless adatto anche al fai-da-te

Grazie alla mancanza di cavi, un allarme wireless strizza l’occhio anche agli appassionati del fai-da-te. Non servono più i tecnici che fanno tutto il progetto, le tracce nei muri, il muratore che prepara tutti gli scassi. Una volta posizionati i cavi (che non costano certo poco) chiude tutte le tracce e l’imbianchino dipinge tutte le pareti e finalmente, forse, funziona tutto.

No, con il wireless non servono tutti queste persone, puoi scegliere un kit antifurto fai-da-te e provvedere personalmente a posizionare i vari componenti dell’antifurto: la centralina, i sensori di movimento, quelli delle porte-finestre, le videocamere, i sensori perimetrali, ecc.

Anche la progettazione, tutto sommato, è facile. Pensa alle zone da proteggere, ai vari accessi e saprai cosa ti serve. Questo vantaggio, oltre ad essere un grande risparmio di denaro, si è trasformato anche in una maggiore consapevolezza da parte dei vari utenti.

  1. Maggiore sicurezza

Alla tecnologia wireless si sono aggiunte altri aspetti che rendono più sicuro l’antifurto senza fili. L’utilizzo della tripla frequenza, ad esempio, è uno dei passi avanti fatti per rendere praticamente inattaccabile il sistema, evitando tentativi di oscuramento e interferenza. Una sola frequenza, infatti, è abbastanza facile da oscurare, ma tre è praticamente impossibile. Inoltre, alcuni sistemi, utilizzano l’anti-jamming, ossia un sistema che, in caso ci sia un tentativo di oscuramento, avvisa subito l’utente, non lasciando il tempo per ulteriori tentativi da parte del malvivente.

Anche l’attivazione e disattivazione del sistema ha raggiunto livelli ben superiori rispetto a qualche anno fa, in particolare grazie alle chiavi a contatto che evitano di dover ricordare il codice per avviare l’allarme. Queste speciali chiavette, una volta utilizzato un codice, ne rigenerano subito un altro, in modo da non poter essere intercettate.

  1. L’allarme wireless è sempre con te

Decidi di cambiare casa, prepari tutto per il trasloco e l’impianto di allarme? Se hai optato per un allarme wireless, ti seguirà, ovunque andrai.

Sei preoccupato perché prima abitavi in un appartamento di 70 mq adesso, invece, ti trasferisci in una villetta su tre piani di 200 mq con tanto di giardino e garage? Non devi preoccuparti perché gli impianti wireless, essendo senza cavi, possono essere implementanti come e quando vuoi. Aggiungi sensori, sistemi di videosorveglianza e, perché no, anche l’antifurto nebbiogeno.

Insomma, come avrai potuto facilmente intuire, puoi fare quello che vuoi, anche se non cambi casa, ma, semplicemente, decidi che vuoi accrescere la sicurezza della tua abitazione.